Snoopy

Snoopy

Snoopy

La tua presenza
colmava il vuoto
della mia oziosa solitudine….
spesso mi contrariava
il tuo lungo abbaiare
che mi mancherà!
Mostravi tutta la tua gratitudine a modo tuo…. ti stendevi ai miei piedi e mi contemplavi, percependo a volte le mie azioni…
ci capivamo
nell’incrociarsi dei nostri sguardi
e ci ritrovavamo
nel nostro mondo…
Non eri il mio cane, cosi come io non ero la tua padrona, ma due esseri decisi ad imparare l’uno dall’altro….
Nessuno potrà comprendere il legame prezioso che nasce,
tu mi hai insegnato l’amore che non chiede, che non giudica, l’amore senza rancori, l’amore e basta…
mi hai messo davanti i miei limiti e pur non volendo mi hai fatto sentire piccola, incapace di dare quello che di grande tu invece riuscivi a donarmi naturalmente….
Da adesso in poi sarai una ferita aperta e non solo per me, io ed il tuo papà ogni giorno lotteremo contro questo dolore che ci annienta e ci consoleremo pensando che ci siamo divertiti, a modo nostro…e come dicevo scherzando, tu avresti voluto abbandonarmi in autostrada ….
Invece il tuo sguardo era la prima cosa che i miei occhi incrociavo la mattina ad ogni mio risveglio…
un giorno ci ritroveremo tutti insieme in un unico paradiso, perché non c’è un Paradiso per gli uomini ed un Paradiso per gli animali, ce n’è uno solo per tutti quelli che hanno imparato ad amare.